L’OASI DELLA MEMORIA
Frammenti di cultura Saharawi

 

 

 

 

 

Regia e fotografia: Marco Mensa
Produzione: Roberta Contarini
Anno di produzione: 2003

Premio per il miglior documentario Ionio Film Festival – Plataci (CS) 2004
Menzione speciale – Parma Video Film Festival 2004
DiVisioni Un Cinema per i Diritti 2007
Un Film per la Pace -Medea (GO) 2008
Biennale Un Cinema per la Pace – Pisa 2003
Sguardi sull’Africa Officinema – Bologna
Medfilm – Roma 2003
Visioni d’archivio 2003
Rovigno Film Festival (Croazia) 2006

 

Come si perpetua la memoria di un popolo in decenni di sradicamento?  Come si mantiene la propria identità culturale in uno stato di esilio permanente? La vicenda del popolo Saharawi è nota: 250.000 persone accampate in mezzo al deserto dell’Algeria, tra il nulla e il niente, in attesa ormai da più di 25 anni di poter tornare nella propria terra di appartenenza, il Sahara Occidentale. Tra le tendopoli di Tindouf, nei campi profughi in Algeria, si snoda la storia di un popolo che rischia di essere dimenticato dal mondo, ma che si ostina a ricordare e a tramandare ai più giovani la propria cultura.

 

“Prima di ogni oasi c’è un deserto da affrontare”
(proverbio Saharawi)